STAGIONE TEATRALE 2017

Ce l’abbiamo fatta anche questa volta, nonostante il periodo di crisi e le molte difficoltà che l’Amministrazione Comunale sta affrontando, abbiamo voluto che nel nostro paese ci fosse una stagione teatrale. Il Piccolo Teatro Radio riparte grazie all’impegno della direttrice artistica Michela Marelli ed ai finanziamenti che teatro in-folio, con il progetto Residenza Carte Vive, riesce ad attrarre: da quest’anno anche Regione Lombardia e MiBact si sono unite a Fondazione Cariplo che dal 2010 sostiene il teatro a Meda.
Riparte con una mission chiara e condivisa dalla Giunta: fare informazione sociale. Portare all’attenzione della cittadinanza temi su cui è importante riflettere: la violenza sulle donne, le migrazioni, i cambiamenti culturali, i diritti dei lavoratori, l’omosessualità, la tutela ambientale.
Fare educazione civica con il mezzo dilettevole del teatro: con spettacoli brillanti e piacevoli, ma dai contenuti profondi per poi ragionare sugli stessi temi in maniera critica con conferenze tenute da esperti delle materie trattate.
Una stagione da seguire dall’inizio alla fine.

Massimo Nava
Assessore alla Cultura

Il teatro ha sempre avuto, fin dall’antica Grecia, un compito didattico: trasmettere informazioni e visioni culturali al pubblico. Lo ha sempre eseguito facendo divertire gli spettatori. Uno spettacolo può svolgere molto seriamente un tema importante ed essere comico.
Le sei proposte di questa stagione sono tutte diverse fra loro ma sono accomunate dalla capacità di trattare con leggerezza - che “non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto” come dice Italo Calvino - temi molto pesanti.
Lo fanno con mezzi diversi: Non voltarti indietro con la sapienza costruttiva di Chiara Boscaro e Marco Di Stefano e la bravura attoriale di Valeria Sara Constantin e Diego Runko. Me ne vado vive dell’energia vulcanica di Marcela Serli. Maledetti ha dalla sua la musica degli Area e la maestria di Enrico Merlin e Valerio Scrignoli. Matilde Facheris in Lavorare stanca è autrice ed attrice poliedrica e convincente. La metafisica dell’amore è la vera storia de Le Brugole, che sono fortissime. Ed Acqua porca è nato dal fortunato incontro di due comici nati: Fabrizio Pagella e Carlo Gabardini.
Sei proposte una meglio dell’altra: da non perderne neanche una!

Michela Marelli
Direttore Artistico

SPETTACOLI PER LE SCUOLE

Dopo alcune positive esperienze negli scorsi anni, quest’anno l’Amministrazione comunale in collaborazione con il teatro in-folio organizza per tutti gli alunni e le alunne delle Scuole dell'infanzia e primarie di Meda una rassegna teatrale dedicata.
La proposta teatrale si aggiunge all’importante offerta formativa degli Istituti comprensivi cittadini, e delle scuole paritarie della nostra città condivisa e sostenuta dall’Amministrazione ed intende arricchire la formazione culturale dei nostri studenti, partendo dai più piccoli.
Una proposta teatrale di qualità, con spettacoli anche in lingua inglese per bambini che saranno sempre più cittadini del mondo. Un’esperienza che li avvicina al teatro e li prepara a maturare il gusto per l’arte e la cultura in generale.
L'iniziativa si terrà presso la Sala Civica Radio di Meda ed è completamente gratuita.
Buon spettacolo!

Simona Buraschi
Assessore all'istruzione


Il teatro è un codice espressivo che va appreso per poterne godere: è importante che la scuola offra questa opportunità perché il teatro è veicolo di conoscenza. È importante che i giovani possano assistere ad uno spettacolo adatto alla loro età, al loro grado di comprensione del media teatrale e con contenuti didattici. Uno spettacolo cioè che possano capire, che li faccia divertire e che insegni loro qualcosa.

Viaggio nel mondo dei 5 sensi è una fiaba colorata e scoppiettante che aiuta i piccoli a nominare ciò che sentono, mentre Le avventure del pirata Gin Fizz viene proposto in due versioni: per chi è ancora agli inizi dello studio dell’Inglese e per chi è già più esperto. Entrambi gli spettacoli coinvolgono i bambini facendo vivere loro un’avventura. L’organizzazione di una stagione per le scuole è resa possibile dal contributo del Comune, della Fondazione Cariplo, di Regione Lombardia e del MiBact al progetto di Residenza Carte Vive che teatro in-folio porta avanti dal 2010.

Michela Marelli
Direttore Artistico