STAGIONE TEATRALE 2018 - 2019

“Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni, e la nostra breve vita è circondata dal sonno”Un sonno dal quale uscire, o rientrare, per vivere un “qui ed ora” illuminato ed illuminante in una scatola nera. Per essere partecipi dell’arte del Teatro; arte che si rinnova ogni volta e che deve il suo fascino e la sua peculiarità nel crescere, concedersi e tramutarsi come un’impronta nella neve od una scritta sulla sabbia.
Con piacere rinnovo la proposta di una stagione teatrale. Spero, ma con una spe che volge sicura al compimento, che i titoli in stagione scelti sotto la direzione artistica di Michela Marelli, sappiano incontrare i favori ed il piacere di un vasto pubblico, pronto a lasciarsi sorprendere, specchiandosi nella realtà, transitoria e transitiva, che le ottime compagnie teatrali metteranno in scena.

Fabio Mariani
Assessore alla Cultura

Dopo la pausa 2017/2018 il Piccolo Teatro Radio riprende con una stagione di cinque titoli proposti una volta al mese da novembre a marzo. Cinque compagnie lombarde di grande capacità: le pluripremiate Oyés e Confraternita del Chianti, il Teatro Periferico di grande esperienza e le giovani compagnie emergenti Il Giardino delle Ore e Karakorum Teatro.Si toccano temi importanti come la tragedia dei desaparecidos argentini o l’esodo istriano, ma sempre con la capacità di coinvolgere gli spettatori grazie alla bravura e potenza degli attori. Grazie all’abilità degli autori, fra i quali spiccano Renato Gabrielli, Chiara Boscaro e Marco Di Stefano, di rendere nel qui e ora del teatro la grande Storia e le piccole storie.Una stagione nata grazie a Residenza Carte Vive, il progetto finanziato da Mibac e Regione Lombardia, e sostenuto dal Comune di Meda che vi ha aderito come partner.Cinque proposte una meglio dell’altra: da non perderne neanche una!

Michela Marelli
Direttore Artistico